Incidenti stradali: sei veramente assicurato?

Incidenti stradali: sei veramente assicurato?

Avv. Nicola Todeschini Risarcimento per danni da sinistri stradali

La domanda non è inutile, tutt’altro: sei veramente assicurato?

Molti credono di essere assicurati ma in realtà hanno magari stipulato una polizza per la responsabilità civile auto con il massimale minimo di legge, oggi assolutamente insufficiente e pari a 5 milioni di euro per i danni a persona.

 

Ma che cos’è il massimale?

E’ l’importo massimo che l’assicurazione metterà a disposizione se provocherai un incidente.

Quindi che cosa può accadere? Che sfortunatamente tu possa causare un sinistro stradale grave, magari danneggiando più di una persona seriamente e che un Giudice stabilisca che il danno provocato sia pari a sette milioni di euro: la compagnia di assicurazione ne mette a disposizione cinque (se questo è il massimale della tua polizza) e gli altri due dovrai metterli a disposizione tu, magari vendendoti la casa, la machina, e lavorando per sempre al solo fine di pagare il debito.

Il massimale minimo di legge è assolutamente insufficiente oggi e chiunque si occupi del settore lo sa bene.

Io consiglio sempre ai miei clienti di essere previdenti e di pagare qualche euro in più all’anno ed essere tranquilli.

Perché mai lo Stato non sia in grado di “consigliare” bene i propri cittadini non è dato saperlo (o forse si dato che agevola da anni le compagnie di assicurazione!), ma perché non lo facciano le compagnie di assicurazione è facile da spiegare: risparmiano un sacco di soldi.

Se hai un assicuratore che sino ad oggi non ti ha consigliato mai di alzare il massimale almeno a 15 milioni di euro…beh…puoi a ragione cominciare a diffidare della sua capacità !

Cambialo subito e cerca chi sappia consigliarti bene anziché fare gli interessi della compagnia di assicurazione.

Eh si perché avere un massimale più alto costa molto poco a te, assicurato, ma può costare molto di più alla tua compagnia di assicurazioni che invece amerebbe cavarsela con la minor somma possibile.

Se mai la tua compagnia fa storie, dice che non è possibile, che ne bastano sei, sette, otto di milioni, oppure se dice che non può fare di più, cambiala!

Vuoi sapere qual’è il mio massimale? Eccoti servito: 40 milioni di euro e se esistesse ancora il massimale illimitato sceglierei sicuramente quello.

Se non sei ancora convinto ti racconto un caso vero:

Un giovane, di notte, ha un colpo di sonno mentre corre in autostrada. Tampona quindi la macchina che lo precede, nella quale viaggiano cinque ragazzi della sua stessa età. Uno di loro subisce danni gravissimi, rimanendo paralizzato e solo la sua richiesta danni supera il massimale che il giovane aveva stipulato.

Disperato si prepara a farsi portare via la casa, la macchina, a farsi pignorare lo stipendio vita natural durante e, molto correttamente, si dispera anche per chi ha subito il danno e non potrà mai ottenere un risarcimento danni integrale a causa del massimale insufficiente.

Alla fine gli va bene solo perché la sua compagnia di assicurazione gestisce molto male il caso e si rende responsabile di mala gestio (cattiva gestione) e così convinciamo il Giudice a condannarla a pagare anche oltre il massimale pattuito (unico caso in cui questo sia possibile).

Ma è stato un caso fortunato, tu devi essere più previdente ed assicurarti veramente!

 


Condividi

Commenta a Roberto Tamagnini Annulla commento

La tua e-mail non sarà pubblicata.

Puoi usare i seguenti tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

  1. Roberto Tamagnini Says: febbraio 22, 2018 at 3:40 pm

    articolo preciso , breve , ben scritto , senza termini legali incomprensibili , esempio chiaro – molto utile